Friday, August 12, 2005

Polveroni mediatici

Dalle intercettazioni telefoniche pubblicate da "Repubblica" il 7 agosto

8 luglio 20,36
"Giorgio Cirla (manager Antonveneta) parla con Gnutti. Annota la Finanza: «Dopo aver parlato di Unipol, la conversazione procede e i due parlano di uno che è dovuto andare a Francoforte e sperano che quando ritorna non gli venga male alla prostata». Il discorso, spiegano gli inquirenti, verte decisamente sulla Banca d´Italia, Antonio Fazio e l´autorizzazione che deve dare alla Banca Popolare di Lodi per l´Antonveneta, a meno che non subentrino inconvenienti, come «il male alla prostata». Cirla: «Una volta ottenuta l´autorizzazione qualsiasi cosa da fare diventa un´arma spuntata, perché alla fine con la Banca d´Italia che avrà dimostrata la correttezza del tuo operato, alla fine questi di Roma archivieranno la denuncia di quei c... dell´Adusbef»."

Il 22 luglio Gnutti chiede a un certo Giorgio «cosa farà Groening» di Abn. Giorgio dice che «stanno esaminando l'ultima possibilità di bloccare le azioni, ma non sono più in tempo», concludendo: «Farà la fine dell'Opa Telecom».

Ma che, per dirla alla Bondi o alla Grillo (fate voi), oltre che il governo, Berlusconi e la Banca d'Italia, con questa aggressione mediatica i comunisti vogliono destabilizzare anche Interbanca?

No comments:

Post a Comment