Saturday, April 30, 2005

Beatificazioni

Intervistato dal quotidiano "Il Tempo" il noto industriale Paolo Sinigaglia dichiara a proposito del piano presentato ieri da Fiorani: «È un progetto che non guarda al Veneto come terra sulla quale vendere mutui, ma punta a condividere un percorso di crescita delle imprese. Per me Fiorani è un santo». Dunque Fiorani nuovo protettore di Padova o solo patrono della compagnia aerea Alpi Eagles?

2 comments:

  1. E così FIORANI (letteralmente, mi si scusi il volgar idioma) = FIOR di CULI è diventato santo: san Fiorani da Lodi. E a proposito di santi, mi viene in mente ciò che in tempi lontani, mi diceva la buonanima di un amico monaco. Tre le cose di chiesa che non si sapranno mai: 1) - il pensiero dei gesuiti; 2) - quanti soldi hanno i salesiani; 3) - quanti sono gli ordini femminili. A questi, oggi, mi permetto di aggiungere un 4° interrogativo: dove sono finiti due miliardi cash monetizzati dalla vendita di un pezzettino di azienda?
    A qualche "santo" per grazia ... da ricevere?
    Vorrei poi, sempre col permesso di Perestroika che - beninteso - può non condividere quanto scritto, fare ai lettori una domanda, ripeto DOMANDA, DO-MAN-DA.
    Pensate o NO, che se l'assemblea della Lodi a Padova si fosse svolta - che ne so - a Palermo, i giornali sarebbero usciti con titoli contenenti le parole mafia, colletti bianchi, collusioni, associazioni a delinquere, aggiotaggio, corruzione, interessi privati, omertà, connivenze, ecc. ecc.?

    ReplyDelete
  2. Nooooooooo! Nun è veru. Sunu tutti fissirii.
    Tanti saluti. Baciamo le mani.
    F.to: il Padrino.

    ReplyDelete