Wednesday, March 04, 2009

La chiameremo Andrea

Dopo l'accordo di Venerdì scorso il governo controllerà il 36% di Citigroup mentre agli attuali azionisti rimarrà una piccola quota del 26%. Il restante 38% dovrebbe invece finire nelle mani dei nuovi azionisti, tra cui il principe saudita Al Waleed, altri investitori istituzionali e fondi sovrani.

E' apparsa così quanto meno singolare la strana dichiarazione del CEO di Citi, Vikram Pandit: "Questa operazione dovrebbe tranquillizzare tutti coloro che paventavano la nazionalizzazione".

"E' come dire di essere mezza incinta" commenta il Dr. Doom, alias Nouriel Roubini, professore di economia alla New York University, uno dei pochissimi economisti a individuare sin dal 2004 il rischio subprime e a prevedere tutti gli sviluppi del disastro finanziario.

"Lo Stato ha già il controllo del sistema finanziario" dice Roubini, facendo notare che il governo ha già stanziato 9mila miliardi di dollari per salvare il sistema finanziario e ne ha già spesi 2mila miliardi. "Perciò facciamola finita con questa fissazione del 'no alla nazionalizzazione'."

No comments:

Post a Comment